Fornetto ventilato o statico?

Meglio un fornetto elettrico ventilato o uno statico? Se sei un cuoco provetto o una casalinga esperta sicuramente sai già quale funzione utilizzare per cucinare i tuoi piatti, ma ricordati che i forni che si trovano in commercio attualmente sono molto differenti da quelli che venivano proposti alcuni anni fa, quindi se ne devi acquistare uno è meglio che leggi questa piccola guida.

fornetto statico o ventilato, cottura migliore

 

In questa recensione cercheremo di spiegarti le differenze principali tra un forno elettrico statico e un forno elettrico ventilato. Conoscendo nel dettaglio i metodi di cottura, i consumi, le temperature e i costi dei vari modelli in questione potrai decidere in completa autonomia quale forno acquistare e quale funzione usare in base alle preparazione che dovrai fare.

La temperatura

Iniziamo subito col ricordare che i forni casalinghi indicano molto spesso delle temperature interne abbastanza approssimative, in particolari i fornetti senza schermo digitale. Per ovviare a questo piccolo problemino è consigliabile acquistare un termometro digitale, lo puoi trovare in vendita ad un costo di circa 15 – 20 euro. Questo strumento è molto preciso e ti consente di misurare anche temperature fino ai 500 gradi, basta puntare il raggio laser all’interno della camera di cottura e in modo istantaneo ti verrà indicato nel display del termometro, con estrema precisione, la temperatura interna.

Differenze tra forno ventilato e forno statico

Ora che sai come misurare la temperatura interna del tuo fornetto elettrico non ti resta che capire quali alimenti è meglio cucinare con la funzione ventilata e quali sono indicati per essere cotti con la funzione statica tradizionale. Ricorda sempre che la cottura dei cibi è molto importante, se cucini un prodotto alla giusta temperatura, nei tempi indicati, riuscirai a ottenere dei risultati sorprendenti.

Forno statico

Il forno statico cuoce gli alimenti tramite irraggiamento, il calore viene emanato dalle resistenze superiori e inferiori, anche il forno a gas fa parte di questa categoria, la sola differenza del forno a gas è che il calore viene inviato soltanto dalla parte inferiore dell’elettrodomestico. Il fornetto statico cuoce i prodotti in modo molto delicato e lento, ma in modo poco uniforme, per questo motivo è indicato utilizzare la funzione statica prevalentemente per le cotture di prodotti contenenti del lievito ( pane, torte, focacce, pizze, pan di spagna ). In pratica la funzione tradizionale va bene per tutti i prodotti che necessitano di essere cotti per bene anche nella parte interna.

Forno ventilato

Il fornetto ventilato è dotato di una ventola interna che sposta il calore in modo rapido ed omogeneo in tutte le zone della camera di cottura, questo consente di cucinare tutti gli alimenti in modo più veloce ed uniforme. La cottura ventilata fa si che le pietanze siano morbide all’interno e con una piccola e sottile crosticina nella parte superiore esterna. Con un forno con funzione ventilata puoi cuocere arrosti, crostate, lasagne, biscotti, verdure, pesce al cartoccio ecc. Un altro dettaglio non indifferente è quello di poter inserire anche due o tre teglie in modo simultaneo su più livelli, permettendo quindi cotture veloci e quantità superiori di cibo, con un risparmio energetico non indifferente.

Fornetto ventilato o statico?
3 (60%) 1 vote